• 09:00 - 19:00

Elenco dei Bandi Contributi a Fondo Perduto, Finanziamenti e Conto Interessi

bandiera italiana



Fondo perduto:
permettono di acquistare prodotti, servizi e beni e di non dover pagare interessi su prestiti e mutui. Solitamente non coprono tutte le spese ammissibili, ma solo una percentuale che può variare tra il 40% e l’80%

Finanziamento agevolato:
Il contributo prevede l’acquisto di beni e servizi da parte di una piccola e media impresa tramite un finanziamento con un tasso agevolato inferiore a quello di mercato. Nella maggior parte dei casi, questo tipo di agevolazione copre tutte o la gran parte delle spese presentate dall’azienda e ammissibili dal bando. L’ente pubblico eroga l’agevolazione, ma l’azienda deve pagare un interesse che solitamente è tra 0 e lo 0,5%. (I tassi di interesse dipendono ovviamente dal contesto economico)

Incentivo in Conto Interessi:
Una particolare forma di contributo a fondo perduto che copre solamente la parte di interessi che un’azienda paga su un mutuo o su un prestito.




Elenco (in aggiornamento)


  • Zona: Lombardia

    Contributi a fondo perduto a parziale copertura per progetti di adozione/introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, intese come soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l’obiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione di processi, prodotti e servizi offerti.

    Domande: dalle ore 11.00 del 17 maggio 2022 alle ore 17.00 del 4 luglio 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili
    Descrizione:

    Sono agevolabili progetti di adozione/introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, intese come soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l’obiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione di processi, prodotti e servizi offerti. I progetti premiati prioritariamente sono quelli che prevedono esternalità positive in termini di: ecosostenibilità e risparmio energetico (soluzioni di economia circolare, utilizzo di fonti di energia rinnovabili, logiche di sharing, diminuzione del consumo di acqua e/o rifiuti…) oppure favorire la sicurezza sui luoghi di lavoro. I progetti devono riguardare almeno una delle tecnologie di innovazione digitale 4.0 riportate nel successivo Elenco 1 - inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste all’Elenco 1:

    Elenco 1:

    • robotica avanzata e collaborativa; o manifattura additiva e stampa 3D;
    • prototipazione rapida; o soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
    • interfaccia uomo-macchina;
    • simulazione e sistemi cyber-fisici;
    • integrazione verticale e orizzontale;
    • Internet delle cose (IoT) e delle macchine;
    • Cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing; o Soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc); o big data e analisi dei dati;
    • soluzioni di filiera per l’ottimizzazione della supply chain e della value chain;
    • soluzioni per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività aziendali e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, CRM, ERP, ecc);
    • intelligenza artificiale; o blockchain.


    Elenco 2:

    • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    • sistemi fintech;
    • sistemi EDI, electronic data interchange;
    • geolocalizzazione;
    • tecnologie per l’in-store customer experience; o system integration applicata all’automazione dei processi;
    • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
    • programmi di digital marketing;
    • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
    • connettività a Banda Ultralarga;
    • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
    • sistemi di e-commerce;
    • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita

      In particolare sono ammissibili, al netto di Iva, le seguenti tipologie di spesa:

      a) Consulenza erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati;
      b) Formazione erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati, riguardante una o più tecnologie tra quelle previste al punto “Interventi agevolabili”. La formazione non può essere esclusivamente rivolta alle specifiche tecniche dei SW/HW acquistati;
      c) Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto (senza vincoli relativi alla natura del fornitore).

    Beneficiari e requisiti:
    a) micro, piccola o media impresa
    b) avere la sede operativa iscritta e attiva al Registro Imprese delle Camere di commercio della Lombardia;
    c) non risultare tra le imprese assegnatarie di un contributo per il Bando “Voucher digitale I4.0 Lombardia 2021”

    e per i fornitori qualificati, rientrare in almeno una delle seguenti categorie:
    • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione, di cui al PianoNazionale Transizione 4.0, anche per il tramite delle loro articolazioni territoriali;
    • Competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0; • Università e parchi scientifici e tecnologici;
    • incubatori certificati di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, conmodificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;

    Misura del Contributo:   

    Contributi a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) come di seguito indicato: 
    Investimento minimo € 15.000,00
    Investimento massimo agevolabile € 50.000,00
    Intensità del contributo 50% delle spese ammissibili
    Importo contributo massimo € 25.000,00
    Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a € 1.118.000 a carico di alcune Camere di commercio Industria Artigianato e Agricoltura della Lombardia.

    Per ulteriori informazioni contattare : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. nell'oggetto specificare "Richiesta informazioni Contributi e Finanziamenti per ...(specificare per quale contributo)"


  • Zona: Gran Sasso d’Italia

    Contributi per il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented volti a sostenere la transizione ecologica del tessuto produttivo
     per micro, piccole e medie imprese facenti parte della Camera di Commercio del Gran Sasso d’Italia

    Domande: dal 17 maggio 2022
    Descrizione e Obiettivi dei sostegni economici:
    - sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;
    - promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
    - favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.
    Gli interventi di innovazione digitale ricompresi nel presente Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 - inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste all’Elenco 1:

    Elenco 1:
    a) robotica avanzata e collaborativa;
    b) interfaccia uomo-macchina;
    c) manifattura additiva e stampa 3D;
    d) prototipazione rapida;
    e) internet delle cose e delle macchine;
    f) cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;
    g) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability
    assessment, penetration testing etc);
    h) big data e analytics;
    i) intelligenza artificiale;
    j) blockchain;
    k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà
    aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
    l) simulazione e sistemi cyberfisici;
    m) integrazione verticale e orizzontale;
    n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
    o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate
    caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le
    tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).

    Elenco 2:
    1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
    2. sistemi fintech;
    3. sistemi EDI, electronic data interchange;
    4. geolocalizzazione;
    5. tecnologie per l’in-store customer experience;
    6. system integration applicata all’automazione dei processi;
    7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
    8. programmi di digital marketing;
    9. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
    10. connettività a Banda Ultralarga;
    11. sistemi per lo smart working e il telelavoro;
    12. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.
    Beneficiari:
    Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al presente Bando le imprese di tutti i settori che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:
    a) siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n.
    651/20142;
    b) abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio del Gran Sasso
    d’Italia;
    c) siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
    d) siano in regola con il pagamento del diritto annuale; 

    Misura del Contributo:
    Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di Commercio a disposizione dei soggettibeneficiari ammontano a € 270.000,00. Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.
    1. I voucher avranno un importo unitario massimo di euro 7.000,00
    2. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.
    3. I voucher saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600. contributi a fondo perduto sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento fondi, nella misura del 50% delle spese ammissibili e documentate (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per un importo massimo di 5.000 euro. Le spese ammissibili sono quelle di consulenza, ad esclusione dell'Ambito 2, formazione e acquisto di beni e servizi strumentali. Le spese considerate ammissibili devono ammontare almeno a Euro 2.000 pena inammissibilità della domanda.

    Per ulteriori informazioni contattare : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. nell'oggetto specificare "Richiesta informazioni Contributi e Finanziamenti per ...(specificare per quale contributo)"



  • Zona: Provincia di Pisa

    Contributi a fondo perduto realizzazione di progetti di digitalizzazione per micro, piccole e medie imprese della provincia di Pisa

    Domande dalle ore 10 del 17 maggio 2022 fino alle ore 14 del 30 giugno 2022
    Descrizione:
    La Camera di Commercio eroga contributi a fondo perduto per le micro, piccole e medie imprese della provincia di Pisa che vogliono realizzare iniziative di digitalizzazione per 328.500 euro di stanziamento.

    I contributi a fondo perduto sono concessi per progetti che prevedono l'acquisto di beni e servizi in due ambiti di intervento:

    - Ambito innovazione digitale - sistemi di E-commerce; sistemi per lo Smart working e il telelavoro; connettività a Banda Ultralarga; Advanced manufacturing solutions; Additive manufacturing; Augmented reality; Simulation; Horizontal e vertical integration; Industrial internet; Cloud; Cyber security; Big Data Analytics,

    - Ambito sviluppo competenze finanziarie - prevenzione delle crisi di impresa, con particolare riferimento ad interventi di formazione e all’introduzione di software per la pianificazione e il controllo di gestione, la previsione dei flussi finanziari, la gestione dei rischi, specie di quelli a carattere finanziario, l’autoanalisi del merito creditizio.

    Beneficiari:
    Le imprese e i consorzi della provincia di Pisa
    Misura del Contributo:
    I contributi a fondo perduto sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento fondi, nella misura del 50% delle spese ammissibili e documentate (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per un importo massimo di 5.000 euro. Le spese ammissibili sono quelle di consulenza, ad esclusione dell'Ambito 2, formazione e acquisto di beni e servizi strumentali. Le spese considerate ammissibili devono ammontare almeno a Euro 2.000 pena inammissibilità della domanda.

    Per ulteriori informazioni contattare : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. nell'oggetto specificare "Richiesta informazioni Contributi e Finanziamenti per ...(specificare per quale contributo)"

 

  • Zona: Territorio nazionale

    Contributi a fondo perduto per gli investimenti innovativi delle imprese agricole

    Domande: dal 23 maggio 2022 al 23 giugno 2022
    Descrizione:
    Per il Fondo – istituito con la legge 160 del 27 dicembre 2019 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e  bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022, art.1 comma 123) – il Mise ha stanziato 5 milioni di euro destinati ad agevolare, sotto forma di contributo a fondo perduto, acquisto e l’installazione di nuovi beni strumentali, materiali e immateriali, che dovranno essere utilizzati esclusivamente nelle sedi o negli stabilimenti delle imprese situate sul territorio nazionale.
    Beneficiari:
    Imprese agricole attive nel settore della produzione agricola primaria, della trasformazione di prodotti agricoli e della commercializzazione di prodotti agricoli
    Misura del Contributo:
    Fondo perduto, nella misura del 30% delle spese ammissibili, percentuale che sale al 40% nel caso di spese riferite all’acquisto di beni strumentali, materiali o immateriali, compresi negli allegati A o B della legge n. 232/2016.
    Le agevolazioni sono riconosciute nel limite di 20.000,00 euro per soggetto beneficiario. (fonte www.innovationpost.it)
    Per ulteriori informazioni contattare : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. nell'oggetto specificare "Richiesta informazioni Contributi e Finanziamenti per ...(specificare per quale contributo)"